LETTERA V

Visalli Pietro (????-????)


Si era laureato con lode a Napoli nel 1883. Era libero docente a Messina di Geometria proiettiva dal 1885.

Aveva partecipato, riportando l’idoneità, al concorso per la cattedra di Geometria analitica dell’Università di Palermo. La Commissione - composta da Cremona, Salvatore-Dino, Beltrami, D’Ovidio e Pincherle -  così ne scriveva nella relazione finale: «laureato in Matematica presso la Reale Università di Napoli, fu dichiarato terzo eleggibile nel concorso di geometria proiettiva di Messina [1886], terzo pure in quello di geometria analitica di Pisa [1887] e quarto in quello di geometria proiettiva a Bologna. Egli ha conseguito per titoli il diploma di libera docenza in geometria proiettiva nel 1888 (...) ed ha insegnato negli istituti tecnici di Porto Maurizio e di Reggio Calabria.»

Per quanto riguarda la sua attività scientifica, dopo essersi occupato di «un criterio per la realità dei punti d’intersezione di due coniche», Visalli aveva particolarmente condotto uno «studio accurato delle correlazioni fra due spazi a tre dimensioni».