LETTERA S

Straneo Paolo Pietro (1874-1968)


Era nato a Genova il 19 giugno 1874; vi è morto il 24 novembre 1968.

Amico personale di Albert Einstein, che aveva conosciuto a Zurigo dove anch’egli aveva studiato (“licenziandosi” nel 1896 presso il Politecnico federale), nel 1897 si era “addottorato” in “filosofia naturale” all’Università cantonale di quella città. Libero docente in Fisica matematica dal 1899, fu per alcuni anni incaricato all’Università di Torino. Rientrato all’Università dopo un periodo passato da libero professionista, ebbe (nel 1923-24) l’incarico d’insegnamento della Fisica matematica a Genova, dove restò fino alla fine quale ordinario di quella disciplina (a far data dall’1 febbraio 1925). A Genova tenne anche a lungo l’incarico di Fisica teorica.

La sua produzione scientifica riguarda sia i filoni classici della Fisica matematica che le Teorie relativistiche, in particolare le teorie unitarie. I suoi contributi in questo settore meritarono recensioni lusinghiere (a vote addirittura entusiastiche) da parte della prestigiosa rivista “Nature”.

Era Professore emerito e socio dell’Accademia dei Lincei.