LETTERA R

RUBINI RAFFAELE (1817-1890)

Era nato a Brindisi il 20 ottobre 1817; vi è morto il 13 aprile 1890.

Nel 1844, si laurea in Aatematica e in Architettura nell'Università di Napoli, dove era stato allievo di Padula. Dopo aver insegnato nel Collegio militare di Napoli e nel Liceo di Lecce, nel '49 dovette ritirarsi per ragioni politiche ed insegnò privatamente per un decennio. Nel 1859, fu nominato professore di Meccanica razionale alla Scuola di Marina di Napoli da cui, nel 1861, passò all'Università. Qui, poco tempo dopo, assunse l'insegnamento - per lui più congeniale - dell'Algebra. Nel 1870, fu colpito da disturbi nervosi che lo costrinsero a passare la maggior parte del tempo nella nativa Brindisi pur restando, nominalmente, professore di Algebra a Napoli fino al 1886.

La produzione scientifica di Rubini è scarsa. Fu comunque un buon trattatista pubblicando delle opere, notevoli per il suo tempo, di Geometria analitica, Algebra, Calcolo e Teoria delle forme, in parte tradotte anche in spagnolo.

Fu Socio dell'Accademia delle Scienze e della Pontaniana di Napoli. A Brindisi, è a lui intitolata una strada.

 

Necrologio: Rend. Accad. Sci. Napoli, (4) 2 (1890), pp. 134-135 (G. Torelli).