LETTERA P

Puppini Umberto (1884-1946)


Era nato a Bologna il 16 agosto1884 ; vi è morto, improvvisamente, il 21 maggio 1946.

Laureatosi in Ingegneria a Bologna nel 1908, fu dapprima assistente di Fisica tecnica ed Elettrotecnica con Donati. Si dedicò poi all'Idraulica divenendo nel 1920 professore di questa disciplina alla Scuola d'Ingegneria di Bologna, di cui fu poi direttore (1927-32).

Dopo l'avvento del fascismo, fu Sindaco di Bologna (1923-26), Sottosegretario alle Finanze (1932-34), Ministro delle Comunicazioni (1934-35) ed ebbe anche altre importanti cariche. Le disimpegnò però senza faziosità e conservando indipendenza di giudizio. Contribui all'assetto edilizio dell'Università di Bologna e, in ispecie, della sua Scuola d'Ingegneria.

I suoi contributi all'Idraulica concernono tutti i principali capitoli di questa disciplina e specialmente il calcolo delle reti di canali di bonifica, la teoria dei pozzi, i modelli elettrici ecc. Nel momento dell'improvvisa morte, preparava un trattato d'Idraulica generale, rimasto incompiuto.

Socio fondatore dell'Unione Matematica Italiana, fu anche Presidente dell'INAC.

 

Necrologio: Bollettino UMI, (3) 1 (1946), pp. 69-70 (G. Supino)