LETTERA P

Pagni Mauro (1922-1979)

 

Era nato a S. Croce sull'Arno il 23 ottobre 1922; è morto il 3 agosto 1979 a Bologna.

Iniziò i suoi studi universitari a Cagliari nell'autunno 1940, trasferendosi poi all'Università di Pisa alla fine della guerra, dopo il servizio militare. Si laureò nel dicembre 1947 discutendo una tesi sui coefficienti di Fourier delle funzioni monotone assegnatagli da Emilio Baiada. La sua carriera universitaria si svolse tra Pisa (perfezionando nel 1947-48), Padova (assistente di G. Scorza Dragoni nel periodo 1948-51), Trieste (professore incaricato di Analisi dal 1951 al 1954, nel periodo in cui nella stessa sede era stato chiamato, quale giovanissimo ordinario, anche Gaetano Fichera) e Modena (professore incaricato di vari corsi dal 1954 al 1963). Libero docente dal 1958, nel dicembre 1963, fu nominato professore straordinario di Analisi a Bologna, dove insegnò fino alla morte prematura, divenendo ordinario nel 1966.

La sua produzione scientifica si è svolta in diversi campi dell'Analisi, ma i suoi risultati più significativi riguardano le equazioni alle derivate parziali e la derivazione delle funzioni di insieme a variazione limitata. In particolare, vanno segnalati i suoi lavori riguardanti la derivazione delle funzioni di insieme, definite su un semianello di insiemi ed ivi a variazione limitata, non necessariamente additive, nei quali Pagni utilizza la definizione “alla Radon-Nikodym” introdotta da G. Fichera nel suo volume sulle “Trasformazioni lineari”.

Fu amministratore e segretario dell'UMI dal 1964 al 1976 e Direttore dell'Istituto di Matematica di Bologna dal 1966 al 1977.

 

Necrologio: Bollettino UMI, (5), vol. XVII-A (1980), n. 2, pp. 357-363 (E. Magenes)