LETTERA N

Notari Cuzzer Vittoria (1894-1976)

Era nata a Reggio Emilia il 17 aprile 1894; è morta a Roma il 18 luglio 1976.

Terza di otto fratelli, deve il suo nome ad un evento curioso: il giorno della sua nascita, transitava per Reggio il treno speciale dell'allora Regina d'Inghilterra.
Per volere della famiglia, frequentò la Scuola Normale (oggi Istituto Magistrale) e, ottenuto il relativo diploma, insegnò nella scuola elementare di Barco (RE) dal 1 ottobre 1914 al 31 ottobre 1916. Lasciò l'insegnamento elementare perché, appassionatasi agli studi di Matematica e conseguita privatamente la maturità tecnica, si iscrisse a Matematica presso l'Università di Bologna mantenendosi agli studi con lezioni private. Appena laureata con il massimo dei voti e la lode, avendo come relatore Federigo Enriques, nel 1920-21 ne divenne assistente volontario. In seguito, fu assistente di ruolo di Beppo Levi a Parma e di Castelnuovo, Enriques e Ugo Amaldi a Roma. Nel 1933, ritenendo incompatibile gli oneri familiari con i doveri accademici, passò all'insegnamento medio e per lungo tempo insegnò Matematica e Fisica presso il Liceo classico “T. Tasso” di Roma.

La sua produzione scientifica, continuata fino a tarda età, si è svolta – sotto la guida di Enriques – nell'ambito della Geometria algebrica e della didattica della Matematica, con una collaborazione attiva alla Serie quarta (quella iniziata da Enriques nel 1922) del Periodico di Matematiche.