LETTERA M

Morera Giacinto (1856-1909)

Era nato a Novara il 18 luglio 1856; è morto a Torino l'8 febbraio 1909.

Laureatosi a Torino, in Ingegneria nel 1878 e in Matematica nel 1879, si perfezionò per diversi successivi anni a Pavia, a Pisa e in Germania, facilitato dal fatto che il padre era un ricco commerciante. Nel 1886 divenne, per concorso, professore ordinario di Meccanica razionale all'Università di Genova, dove rimase 15 anni essendo anche preside e, due volte, rettore. Nel 1901 fu chiamato a succedere a Volterra a Torino, dove rimase sino alla precoce morte, dovuta ad un violento attacco di polmonite, che lo stroncò in pochi giorni nonostante fosse di tempra assai robusta.

Oggi Morera è soprattutto ricordato per l'inversione del teorema fondamentale di Cauchy sulle funzioni di variabile complessa. Le sue ricerche più importanti (in tutto una cinquantina di Memorie) sono però quelle sull'integrazione delle equazioni canoniche della Meccanica e di Fisica matematica (per esempio sulla gravità esterna ad un ellissoide, in continuazione di note ricerche di Pizzetti).

Fu socio dell'Accademia dei Lincei e di quella di Torino.

 

Necrologio: Atti Accad. Sci. Torino, 45 (1909-10), pp. 573-580 (C. Somigliana).