LETTERA M

Medolaghi Paolo (1873-1950)

Era nato a Firenze il 24 novembre 1873; è morto a Roma l'8 luglio 1950.

Laureatosi in Matematica a Roma nel 1895, si occupò dapprima di Analisi e, in particolare, della classificazione delle equazioni a derivate parziali del 2° ordine con un gruppo di trasformazioni puntuali. Nel 1899, divenne attuario capo della Cassa Nazionale di Invalidità e Vecchiaia e nel 1923 direttore generale della Cassa Nazionale delle Assicurazioni Sociali dove rimase sino al collocamento a riposo nel 1936, venendo nominato - per le benemerenze ivi acquisite - Senatore del Regno e professore, per chiara fama, di "Economia e Finanza delle Imprese Assicuratrici" nell'Università di Roma. Fu presidente dell'Istituto Italiano degli Attuari, dalla fondazione (1929) alla sua sospensione durante la guerra (1942).

Nonostante le importanti cariche ricoperte, non cessò mai completamente l'attività scientifica pubblicando, fra l'altro, nel 1909 un imponente lavoro sulla teoria del rischio.

 

Necrologio: Giorn. Mat. Finanz., (3) 8 (1950), pp. 118-120 (F. Insolera); Giorn. Ist. It. Attuari, 14 (1951), pp. 3-4 (an.).