LETTERA M

Maxia Angelo (1910-1945)

Era nato a Villamassargia (Cagliari) il 12 febbraio 1910; Ŕ morto a Roma il 29 novembre 1945.

Laureatosi a Cagliari nel 1934, a causa di un incidente in servizio militare subì l'amputazione di una gamba. Ristabilitosi, nel 1937 divenne assistente di Enea Bortolotti all'UniversitÓ di Firenze e, dopo la morte di questi (1942), pass˛ a Roma come assistente (di Bompiani) e professore incaricato. Morý prematuramente, per disturbi circolatori connessi con la mutilazione subita, quando era prossimo a raggiungere la cattedra.

Continu˛ l'opera del Bortolotti nello studio degli spazi a connessione.

 

Necrologio: Bollettino UMI, (3) 1 (1946), pp. 61-62 (E. Bompiani).