LETTERA G

Francesco Gerbaldi (1858 - 1934)

Era nato a La Spezia il 29 luglio 1858; è morto a Pavia il 29 giugno 1934.

Laureatosi a Torino nel 1879, dopo un periodo di perfezionamento a Pavia e in Germania, divenne assistente all'Università di Roma. Nel 1890, in seguito a concorso, divenne professore di Geometria analitica e proiettiva all'Università di Palermo, dove rimase 18 anni. In questo, che fu il suo periodo più attivo, contribuì a formare vari valorosi allievi, fra cui  G. Bagnera, M. de Franchis e M. Cipolla. Nel 1908 passò all'Università di Pavia, dove rimase sino al collocamento a riposo nel 1931. Fu uomo austero e solitario, ma insegnante efficace.

Lasciò vari lavori algebrici e geometrici fra cui, ad esempio, lo studio del gruppo delle collineazioni piane.

 

Necrologio: Bollettino dell’Unione Matematica Italiana, 13 (1934), p. 259 (an.); Rend. Semin. Messina, 2 (1957), 109-110 (R. Calapso).