LETTERA F

Antonio Favaro

Era nato a Padova il 21 maggio 1847; vi è morto il 29 settembre 1922.

Si era laureato in Ingegneria a Torino nel 1869. Subito dopo divenne assistente di F. Turazza all'Università di Padova dove, nel 1872, fu nominato professore di Statica grafica. Vi insegnò anche, in alcuni periodi, Geometria proiettiva, Calcolo infinitesimale e, soprattutto (dal 1879) Storia delle Matematiche, che divenne il campo in cui doveva portare i contributi più importanti.

La sua principale benemerenza è di aver promossa e curata l'edizione nazionale degli scritti di Galileo Galilei in 20 volumi (1890-1909) e a Galileo, ai suoi discepoli, amici, detrattori ecc dedicò anche una parte cospicua delle sue numerosissime pubblicazioni (circa 500).

Fu socio dell'Accademia dei Lincei (classe di sc. morali) e dell'Istituto Veneto.

 

Necrologio: Atti Ist. Veneto, 82 (1922-23), pp. 221-303 (G. Favaro).