LETTERA F

Luigi Fantappié

Era nato a Viterbo il 15 setembre 1901; è morto a Bagnaia (Viterbo) il 28 luglio 1956.

Si era laureato a Pisa nel 1922 e dal 1925 al 1927 fu assistente di F. Severi all'Università di Roma. Nel 1927 divenne, per concorso, professore di Analisi all'Università di Cagliari, passando l'anno dopo a Palermo (1928-32) e quindi a Bologna (1932-34). Dal 1934 al 1940 fu a S. Paolo del Brasile per organizzarvi la sezione matematica dell'Università e dal '40 in poi fu professore all'Istituto di Alta Matematica di Roma.

Lasciò un centinaio di lavori di cui il più notevole è un'ampia Memoria sui funzionali analitici, fondata su un geniale trasporto della formula fondamentale di Cauchy dal calcolo delle funzioni di variabile complessa a quello funzionale. Negli ultimi anni si occupò pure di questioni scientifico-filosofiche («relatività  finale »), ma con scarso successo.

Era socio dell'Accademia dei Lincei, che gli aveva conferito il “Premio Reale” nel 1931 (assieme a A. Comessatti).

 

Necrologio: Rend. Lincei, (8) 24 (1958), pp. 353-355 (G. Scorza-Dragoni); Rend. Mat., (5) 16 (1957), pp. 140-160 (F. Severi e G. Fichera).