LETTERA B

Vladimiro BERNSTEIN (1900-1936)


Era nato a Pietroburgo il 13 luglio 1900; è morto a Milano il 23 gennaio 1936.

Fuggito dalla Russia nel 1919 e gravemente ferito nell'attraversare il confine finlandese, fu in Inghilterra e a Parigi, dove si laureò alla Sorbona ("docteur dès Sciences" in Matematica). Era libero docente presso l’Università di Ginevra, dove aveva tenuto un corso sulla "Teoria generale delle funzioni intere di variabili complesse". Nel 1931 venne a stabilirsi in Italia, prima a Roma e poi a Milano, dove ottenne la cittadinanza e la libera docenza in Analisi. Fu in seguito professore incaricato nelle Università di Milano e Pavia. Morì prematuramente per tardive conseguenze della ferita riportata fuggendo dalla Russia.

I suoi lavori, che molto lasciavano promettere per il futuro, concernono principalmente la teoria delle funzioni intere e le serie di Dirichlet.

Nel 1935 ottenne la Medaglia d'oro dell’Accademia delle Scienze detta dei XL.

Necrologio: "Rendiconti Semin. Milano", 10 (1936), pp. XIII-XVI (B. Finzi).