LETTERA A

Giovanni Battista Amici (1786-1863)

Era nato a Modena il 25 marzo 1786; è morto a Firenze il 10 aprile 1863.

Ingegnere, astronomo e naturalista, dal 1815 al 1825 fu professore di Matematica a Modena. Nel 1831 fu chiamato dal Granduca di Toscana quale astronomo al Museo di fisica e scienze naturali di Firenze.

È soprattutto noto quale inventore e costruttore di strumenti ottici. Fra l'altro, inventò l'obiettivo a immersione omogenea per i microscopi e il prisma a visione diretta che porta il suo nome. Trovandosi in possesso di microscopi migliori di quelli precedentemente in uso, fu indotto a servirsene per studi naturalistici facendo notevoli scoperte nel campo della Botanica, dell'Istologia e soprattutto della Patologia vegetale (in particolare riguardo alle malattie del baco da seta).