Il Premio Abel

A Peter Lax

 

Il 17 Marzo, l'Accademia norvegese delle Scienze e delle Lettere ha deciso di conferire per il 2005 il “Premio Abel” per la Matematica a Peter D. Lax della New York University, per i suoi straordinari contributi alla teoria e alle applicazioni delle equazioni differenziali alle derivate parziali e al loro effettivo calcolo numerico.

Peter Lax riceverà il premio dal Re Harald di Norvegia in una cerimonia che si svolgerà il 24 maggio presso l'Università di Oslo.
Nato in Ungheria nel 1926, Lax ha conseguito il PhD presso la New York University nel 1949. Ha lavorato per vari anni al “Los Alamos National Laboratori”, passando poi alla New York University, dove ha svolto un ruolo politico e scientifico di primo piano (dirigendo tra l'altro il “Courant Institute of Mathematical Sciences”).

Peter Lax è una delle maggiori figure nella Matematica pura e applicata di tutti i tempi. Il suo lavoro ha aperto moltissime direzioni di ricerca profondamente innovative, influenzando profondamente tutte le aree della Matematica in cui le equazioni differenziali sono coinvolte: le onde di shock e la fluidodinamica, i sistemi integrabili, la fisica dei solitoni, la teoria dello scattering.
Il suo nome è connesso con tantissimi risultati matematici e metodi numerici: il teorema di equivalenza di Lax, la soluzione di Lax del problema di Riemann, la condizione di entropia di Lax, gli schemi di Lax-Friedrichs e Lax-Wendroff, la teoria di Lax-Levermore, etc.

Per quel che riguarda l'importanza del calcolo, nello studio della Matematica, Lax ha osservato che "le simulazioni al computer hanno un ruolo fondamentale in Matematica. Dopo tutto, un grande matematico come G.D. Birkhoff credette per tutta la vita che l'ipotesi ergodica fosse vera e spese parecchio tempo a studiarla. Se avesse potuto dare un'occhiata ad una simulazione al computer, avrebbe subito visto che le cose non stavano così".