Dopo Matematici a Tavola, alcuni suggerimenti “matematici” per una cena di successo.

 

 

 

 

 

 


Metti una sera a cena …
ovvero della Matematica e dei party

di Susanna De Maron

 

Sarà successo anche voi, almeno una volta,  che - più o meno costretti ad organizzare una serata con cena - siate stati colti dapprima da entusiasmo, poi da panico  ed infine da veri e propri incubi notturni e diurni. Non tanto per gli aspetti eno-gastronomici – vi siete prontamente rivolti al vostro negozio di fiducia oppure vi siete affidati ad un servizio di catering oppure ancora avete risvegliato le vostre doti culinarie con reminiscenze di piatti tipici o non – quanto per tutte le questioni “al contorno”: chi e come inviare?…seduti o in piedi?…che sera del mese? o della settimana?…se si macchia il tappeto?…ecc.….

Se siete incappati in simili ambasce, se le vostre serate non si sono risolte in veri successi per voi, per il vostro “status” sociale o lavorativo è perché, nella fase dei preparativi, non vi siete affidati alla Matematica.
Proprio così. 

Ci sono forti implicazioni tra Algebra e Calcolo delle probabilità e numero d’invitati ad un party, tra Geometria e disposizione a tavola e/o forma delle tartine…insomma:

una preparazione scientifico-matematica di una cena
"implica"  successo!!

Pare, poi, che non guasti affatto dare un occhio alle stelle o meglio alla luna, ricorrere cioè ad un po’ di Astronomia o Astrologia e un po’ di Chimica, sempre per la buona riuscita della serata.

Tutto questo è quanto sostengono Rob Eastaway e Len Fisher, scienziati inglesi – il primo matematico a Cambridge ed il secondo fisico con incarico di ricercatore a Bristol - in un articolo pubblicato lo scorso mese sul magazine New Scientist e ripreso dal settimanale italiano Grazia nel numero del 2 marzo 2004.
Lo slogan “Niente matematica? No party!” è il provocatorio ma anche divertente messaggio lanciato dai due studiosi che proponiamo in alcune proposizioni. Ovviamente il più matematicamente possibile!!!

Sia n, naturale, il numero degli invitati, allora n deve essere maggiore o uguale di 3 ma ninore di 12.
Infatti, per una cena seduta con meno di 3 ospiti, perché fare tanta fatica?  E’ meglio andare al ristorante! Invece con più di 12, troppi i posti a tavola - a meno che non viviate in una reggia – e troppa confusione.

Siano f il numero delle donne invitate e m numero dei maschi, allora  f = m +1.
Mai invitare in numero pari uomini e donne: il rischio è rimanere sole. Un single maschio in più, invece, consente di poter contare su un partner di riserva.

Siano n il numero degli invitati e l la lunghezza della tavola (rettangolare o rotonda che sia)
allora l = 0,6n metri

Data una festa-buffet, siano n il numero degli invitati e A l’area calpestabile necessaria allora A = 5n m2.

Data una festa-buffet, siano n il numero degli invitati e m il numero di sedie, divani e poltrone in genere, allora m = 2/3 n.
Obbligando qualcuno a stare in piedi, aiuterete la coreografia. E tutto sarà più dinamico e vivace.

Cibi dalle forme geometriche solide per non mettere in difficoltà gli ospiti: cubi di prosciutto e piramidi di formaggio, per un finger food da mangiare con un solo gesto e una sola mano, soprattutto se l’altra stringe un calice di vino.

Le cene migliori sono quelle sedute. Il tavolo rettangolare non troppo grande è quello consigliato, anche se il rischio è di scambiare battute solo con i vicini. Quello rotondo fa aumentare il livello di separazione tra le persone e il rumore è più elevato.

La luna calante favorisce il successo , allora cercare sul calendario i 14 giorni di luna calante e organizzare la festa in uno di quei giorni. Nei giorni di luna crescente è meglio farsi invitare dagli altri!!

Mai di lunedì; è il giorno peggiore; segue il week-end e poi i negozi sono spesso chiusi.

A fine party, costruire una tabella a doppia entrata: da una parte inserire le cose positive e dall’altra i flop.


Un’unica certezza secondo gli autori dei due articoli citati:  la festa sarà riuscita se i gli ospiti non vorranno andar via mentre voi agognate una meritata solitudine!!!