LO SAPEVATE CHE....

Una statistica un po' imbarazzante

LEuropean Innovation Scoreboard 2002 , Technical Paper n.4, Indicators and definitions, è stato presentato alla fine dello scorso novembre. L’EIS sviluppato dopo il Consiglio d’Europa di Lisbona del 2000, offre annualmente le statistiche relative ai 17 indicatori scelti per testare lo stato di innovazione dei sistemi economici e complessi sociali fondati sulla qualità del sapere di cittadini e operatori economici. 
Il primo indicatore, relativo alle risorse umane per l’innovazione, è quello dei nuovi laureati nella materie scientifiche e tecniche, dai 20 ai 29 anni, includendo gli studenti diplomati con un solo anno di studi scientifici dopo le superiori fino, via via, a quelli che hanno conseguito il dottorato di ricerca.
In questa statistica, nella Comunita europea
la media di questi giovani è del 10,3 per mille, in Italia si arriva al 5,6. Peggio di noi fanno solo i greci con il 3,6 e i lussemburghesi con l’1,8. Ecco la tabella completa.

Irlanda

23,2

Francia

18,7

Finlandia

17,8

Regno Unito

16,2

Svezia

11,6

Spagna

9,9

Belgio

9,7

Danimarca

8,3

Germania

8,2

Austria

7,1

Portogallo

6,2

Olanda

5,8

Italia

5,6

Grecia

3,8

Lussemburgo

1,8

U.Europea

10,3

 

Laureati in Europa: Giovani tra i 20 e i 29 anni laureati scientifici e tecnici ogni 1.000.
European Innovation Scoreboard 2002 – TechnicalPaper n. 4: Indicators and Definitions.
 

Ulteriori informazioni sul sito www.cordis.lu/trendchart