I libri segnalati nelle settimane precedenti

 

F. de Finetti - L. Nicotra

Bruno de Finetti, un matematico scomodo

Belforte ed., Livorno, 2008

pp. 295; euro 22


Il matematico scomodo è Bruno de Finetti. Sua figlia Fulvia e Luca Nicotra - ingegnere, giornalista scientifico e realizzatore del sito ufficiale dedicato al grande matematico - ne mettono in luce la personalità, ricostruendone la biografia e fingendo poi di intervistarlo su temi come la religione, l'arte, il futuro dell'umanità, la politica, i problemi del lavoro, il valore legale dei titoli di studio, la matematica, il ruolo dell'assiomatica ecc.

L'intervista è immaginaria (perché postuma) ma le risposte sono autentiche, ricavate dai suoi scritti. Dal libro, che si avvale di un'introduzione a cura di Giordano Bruno, esce così confermata la figura di una personalità poliedrica. Matematico, statistico, economista e filosofo, Bruno de Finetti è sempre stato anche un attento osservatore dei fatti politici e dei problemi sociali del nostro Paese. Proprio il suo anticonformismo e il suo desiderio di giustizia - che lo portarono tra l'altro a scrivere un famoso "Manifesto contro il culto dell'imbecillità" e poi anche ad essere arrestato, per altre vicende e per un solo giorno - lo resero appunto un matematico "scomodo".