Francesco La Teana è Dirigente Scolastico dell'Istituto Tecnico Commerciale "Schiaparelli-Gramsci" di Milano.

Si occupa di problemi di gestione della scuola e di Storia della Fisica.

È responsabile del Polo Qualità di Milano, nominato dal MPI per la diffusione del Progetto Qualità della scuola tramite il sito www.requs.it

Ha pubblicato sulla rivista Lettera Matematica Pristem gli articoli "Storie di Meccanica Quantistica" 36 (2000) e "P.A.M. Dirac" 50-51 (2001).

È autore di diversi lavori di Storia della Meccanica quantistica e dei volumi "La nascita del concetto di quanto" e "La nascita dello Spin" (ed. Bibliopolis).

 

MAX PLANCK:

un grande conservatore rivoluzionario

di Francesco La Teana

 

Il 23 aprile 2008 è stato il 150° anniversario della nascita di Max Planck. È lo scienziato a cui tutti riconoscono il merito di avere dato inizio alla rivoluzione quantistica, che, nel corso del 1900, con le sue applicazioni tecnologiche, ha modificato la vita degli uomini sul nostro pianeta e, con le sue implicazioni filosofico-scientifiche, ha cambiato il nostro punto di vista sul mondo.

Alla base di questa rivoluzione scientifica vi è l'idea che l'energia della radiazione elettromagnetica, cioè della luce, considerata, alla fine dell'800, come diffusa in modo continuo nello spazio, avesse invece una natura discreta, composta da miliardi di particelle che in seguito furono denominate fotoni.

 

1. Dalla formazione al massimo fulgore scientifico


2. Lo spettro del corpo nero


3. Agli albori della rivoluzione della Fisica moderna


4. Un nuovo modello per l'energia


5. Classico o rivoluzionario?


6. Dal Nobel al conflitto col regime, dal successo alla tragedia


Note