VEDERE LA SCIENZA FESTIVAL 2009

Milano, 30 marzo – 5 aprile 2009
Spazio Oberdan - Viale Vittorio Veneto 2



La nascita di Darwin e la pubblicazione de L'Origine delle Specie, le prime osservazioni di Galileo al cannocchiale e il primo sbarco sulla Luna: momenti incisi nella storia dell'uomo e della scienza, di cui ricorrono nel 2009 tutti gli anniversari, in un intreccio fra Biologia e Astronomia.
Vedere la Scienza Festival celebra questi appuntamenti d'eccezione invitando il pubblico a una settimana di cinema scientifico, dal 30 marzo al 5 aprile allo Spazio Oberdan a Milano.
La manifestazione, al suo tredicesimo anno di vita, è realizzata da Università degli Studi di Milano, Provincia di Milano - Settore Cultura e Fondazione Cineteca Italiana - con la collaborazione per l'edizione 2009 delle associazioni “Italia - Russia” e “Scienza under 18”.

La settimana di Vedere la Scienza propone un fitto programma di proiezioni ad accesso libero e gratuito, dal mattino alla sera. I titoli collocati nelle sessioni mattutine e pomeridiane partecipano a una competizione internazionale e sono stati selezionati fra un centinaio di opere iscritte al concorso. Studenti, appassionati e semplici curiosi possono scegliere fra diverse tipologie di filmati a soggetto scientifico: da documentari di grandi case di produzione a brevi video di musei e istituti di ricerca, da film di fiction recenti alla riscoperta di classici senza tempo.

Il programma prevede anche presentazioni e dibattiti con esperti dei vari settori. Sabato 4 aprile Margherita Hack sarà ospite d'onore a una mattinata a lei interamente dedicata, come omaggio all'Astronomia italiana. Dopo la proiezione di Margherita Hack. Il secolo lungo (Italia, 2007) l'astrofisico Giovanni F. Bignami intervisterà la scienziata e animerà il dibattito con il pubblico.

La ricerca sull'evoluzione e l'Astronomia riceveranno speciale rilievo nell'edizione 2009, ma nel corso della settimana gli spettatori incontreranno un insieme composito di tematiche, declinate secondo le sensibilità dei diversi autori e paesi di provenienza: i cambiamenti climatici, lo studio della mente, gli enigmi matematici, l'inquinamento, la sordità, i rifiuti, i farmaci…


Non meno variegato il programma della rassegna serale e del fine settimana: 2001: odissea nello spazio (di S. Kubrick, 1968), Una donna sulla Luna (di F. Lang, 1928), Viaggio nello spazio (di V. Zuravlev, 1936), Darwin (di P. Greenaway, 1993), Lo zoo di Venere (di P. Greenaway, 1985), E l'uomo creò Satana (di S. Kramer, 1960), Galileo (di J. Losey, 1974), Il pianeta delle scimmie (di F. Schaffner, 1968), Uomini sulla Luna (di I. Pichel, 1950). Questi i titoli della rassegna, che in una simbolica sintesi tra evoluzione e viaggi spaziali chiude con Wall-E (di A. Stanton, 2008), fresco vincitore dell'Oscar per il miglior film d'animazione.

Nel complesso quasi 50 titoli provenienti da quattro continenti, in gran parte inediti per l'Italia, accomunati dallo sguardo sulla scienza in tutte le sue forme. Tra storia e attualità, cinema d'autore e documentaristica d'eccellenza, con commenti e dibattiti quotidiani aperti a tutti, il programma soddisferà l'interesse del pubblico più vario.


L'ingresso è gratuito per tutte le proiezioni, sino a esaurimento dei posti. Le proiezioni mattutine sono dedicate alle scuole, su prenotazione (tel 02 50314680, vederelascienza@unimi.it).

Il programma completo della manifestazione, con orari delle proiezioni e schede informative sui titoli è disponibile all'indirizzo www.brera.unimi.it/festival.

Vedere la Scienza Festival
Università degli Studi di Milano - Via Brera 28 - 20121 Milano

Ufficio Stampa: Elena Castagna
Tel. 02 50314680 – 333 2648636
e-mail: elena.castagna@unimi.it