di
Franco Pastrone

 

 

 

 

Premio Peano 2000

Il recente successo di alcuni libri di matematica, arrivati ai primi posti nella classifica dei best seller (come Il mago dei numeri di Hans M. Enzensberger), dimostra l'interesse del pubblico per un settore sovente trascurato e ha convinto la Mathesis di Torino a promuovere un premio che potesse portare l'attenzione sui libri meritevoli di segnalazione e che rischiano invece di passare inosservati.

La prima edizione del Premio Peano, istituito dalla "Associazione Subalpina Mathesis", si conclude con la premiazione del miglior libro di divulgazione matematica pubblicato nel 2000.
Il premio è stato assegnato a Apostolos Doxiadis per il libro "Zio Petros e la Congettura di Goldbach" (Bompiani) .
Una segnalazione speciale della giuria è stata attribuita a Gabriele Lolli per "La crisalide e la farfalla" ( Bollati Boringhieri).

Una prima selezione è stata attuata da circa trecento soci (insegnanti e studenti) che hanno segnalato, oltre ai libri già citati, Denis Guedj per "Il teorema del pappagallo" (Longanesi), Piergiorgio Odifreddi per "La matematica del Novecento" (Einaudi), e per "Il computer di Dio" (Cortina), Amir Aczel per "L'enigma di Fermat" (Il Saggiatore), Lazio Mero per "Calcoli morali, teoria dei giochi e fragilità umana" (Dedalo).

Il vincitore è stato indicato, tra i prescelti da una giuria composta da F. Arzarello, A. Conte, F. Pastrone, dell'Università di Torino, M. Emmer, dell'Università di Roma, E. Bellone, dell'Università di Pavia, A. Guerraggio, dell'Università Bocconi di Milano, Federico Peiretti, giornalista.

La premiazione dei vincitori del Premio Peano avverrà in apertura dell'anno accademico della A.S. Mathesis, all'inizio di ottobre 2001, a Torino. Ulteriori informazioni verranno fornite nel sito:

http://www.dm.unito.it/mathesis/premiopeano.html.