di
Valentina Pavesi


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A Torino è la 14° volta:
la Fiera del libro del 2001 (17 - 21 maggio)

Ci siamo: la Fiera del libro di Torino, il tradizionale appuntamento di primavera con il mondo dell'editoria, sta per aprire i battenti sulla quattordicesima edizione della sua storia.

La vernice è prevista per giovedì 17 . Al Lingotto, il tourbillon di eventi a sfondo letterario proseguirà implacabile anche nei quattro giorni successivi, per concludersi lunedì 21.

Il tema scelto quest'anno è quello del rapporto tra uomo e natura, così come viene raccontato e interpretato dalla letteratura e dalle arti figurative, ma anche dalle scienze (e messo in atto dalle conseguenti applicazioni tecnicheo come viene è percepito a livello di prospettive di ricerca e questioni etiche. La Fiera del libro, insomma, si ritrova a dedicare quest'anno un ampio spazio anche alle discipline scientifiche.

Se il sentimento della natura ha trovato uno specchio nelle arti figurative ed è andato ad arricchire l'immaginario romanzesco e quello poetico, ha anche contribuito a rendere popolari discipline scientifiche come l'Etologia, l'Ecologia e la Botanica. Ancora, ha sollevato questioni fondamentali circa i limiti etici della ricerca scientifica, mentre la comprensione (o, meglio, il tentativo di comprensione) dei meccanismi della natura hanno costretto l'uomo ad abbandonare il linguaggio antropomorfico per ricorrere ad astrazioni ben più sofisticate: una per tutte, la Meccanica quantistica.

Nei quattro giorni della Fiera non mancherà di trovare spazio anche l'informatica: la questione e-book è tutt'altro che secondaria per quanto riguarda il futuro del libro e del mercato editoriale; così, i maggiori editori italiani saranno a Torino per discutere delle prospettive legate alla progressiva informatizzazione di un mondo che fino a qualche tempo fa si presentava come regno della carta.